mercoledì 12 luglio 2017

eSTREmo inGAnno

Buonasera a tutti!
Il mio nuovo romanzo "eSTREmo inGAnno" è online! La data di uscita è l'1/10/2017.
Non è un caso che esca a ottobre, troverete vari riferimenti al mese nel romanzo.
Questa volta un dark/fantasy- paranormal che spero vi tenga incollati alle pagine! Mi sono divertita a creare intrecci e sotto-trame; troverete indizi sparsi fra le pagine, qualcuno potrebbe arrivare alla verità anche prima, nel caso così non fosse (come mi auguro, ahahaha!), a fine romanzo avrete tutte le risposte.

 

Titolo: eSTREmo inGAnno

Autore: Cristina Vichi

Genere: Dark-Fantasy / Paranormal

Editore: Selfpublishing

Pagine: 162

Prezzo Ebook: € 1,99 Aderisce al Kindle Unlimited

Prezzo Cartaceo:

Pubblicazione: 01/10/2017

Link di acquisto: eSTREmo inGAnno
 
TRAMA
 
 
Nel 1717 una giovane sventurata bruciò viva sul rogo, accusata di stregoneria. Quella drammatica storia fu tramandata nei secoli e il luogo della tragedia prese il nome di Katherine’s City, in memoria della ragazza.
Kassy, diciassettenne del 2017, per strane e oscure ragioni si ritrova a vivere in prima persona la storia di Katherine, la Regina Rossa, scoprendo sulla propria pelle verità dimenticate, segreti inconfessabili e terribili maledizioni.
In un susseguirsi di scoperte sempre più inquietanti, l’angoscia di Kassy raggiunge l’apice quando capisce che la Regina Rossa non le ha rubato solo il corpo, lei vuole anche la sua anima, lei vuole scambiare i loro destini. 
Chi brucerà sul rogo in quel terribile 17 ottobre 1717?





 

venerdì 7 luglio 2017

Segnalazione "Seven Dreams" di Giovanni Magliulo

 
Buongiorno a tutti! E' con molto piacere che vi presento il romanzo di esordio di Giovanni Magliulo. Ho letto l'estratto su Amazon e lo trovo avvincente. Ci sono parecchi personaggi, penso ci riserverà parecchie sorprese. Non mi resta che augurarvi una buona lettura!
 
 
 

 
 
 
 
 
 
Titolo: Seven Dreams


Autore: Giovanni Magliulo


Editore: Panesi Edizioni

 
Genere: Fantasy


Pagine: 300


Link acquisto Amazon: https://www.amazon.it/dp/B06XTFL3BC

 
Prezzo: 2,99€



Sinossi: Un gladiatore, un operaio del Nevada, il capo di una tribù africana, un orco cannibale, un’esperta di veleni, un rettile in grado di sputare acido e un enigmatico cavaliere sadico vengono strappati alle rispettive realtà e richiamati dal mago Eris nel regno di Duryan. Al gruppo viene affidata la missione di assassinare Wizen, un incantatore sul punto di aprire un varco tra le dimensioni allo scopo di muovere il proprio esercito alla conquista di tutti i mondi. Lo sforzo per il sortilegio appena lanciato uccide Eris, che prima di morire confida ai sette prescelti di aver legato le loro anime con un incantesimo, allo scopo di obbligarli a collaborare: se anche uno solo dovesse morire, allora morirebbero tutti. Con l’unica speranza di tornare alle rispettive realtà riposta nelle mani dello stesso Wizen, ai prescelti non rimane che tentare di sopravvivere tanto ai pericoli provenienti da un mondo sconosciuto quanto alle loro stesse personalità disturbate.



Nota biografica: Giovanni Magliulo è nato a Torre del Greco, in provincia di Napoli, nel 1987. Ha firmato diversi articoli per il blog di informazione indipendente La Formica Argentina e per il portale di viaggio TravelWeAre. Attualmente lavora come consulente nel campo dell'Information&Communication Technology. Seven Dreams è il suo romanzo d'esordio


sabato 20 maggio 2017

Release Blitz "Tander: dentro di noi l'energia dei fulmini"

Oggi per me è un giorno molto speciale perché, finalmente, Tander è online.
Partecipo anche io, insieme ad altri 60 blog, all'evento per farlo conoscere e, spero, apprezzare.
Stanno arrivando le prime recensioni e la mia ansia va a mille! XD
Incrocio le dita...



Titolo: Tander: Dentro di noi l’energia dei fulmini

Autore: Cristina Vichi

Genere: Urban Fantasy

Editore: Selfpublishing

Pagine: 315

Prezzo Ebook: € 2,99 Aderisce al Kindle Unlimited

Prezzo Cartaceo: € 12.00

Pubblicazione: 20/05/2017


 

Trama

Niki ha diciotto anni e, come tutte le ragazze della sua età, si prepara ad affrontare l’ultimo anno delle superiori, con conseguente esame di maturità.
Da quel primo giorno di scuola, però, di normale nella sua vita rimane ben poco.
È l’arrivo di Erkan, un ragazzo affascinante e pericoloso, a sconvolgere ogni equilibrio e non solo nel suo cuore.
Ben presto Niki si ritrova catapultata al centro di segreti che per millenni hanno governato l’universo, senza che gli umani ne avessero mai saputo nulla.
I Tander e le Dee della Natura sono esseri con doti soprannaturali che vivono sulla terra con leggi e scopi ben precisi. Nelle vene di Erkan scorre l’energia irrefrenabile dei fulmini, e solo quando conosce Niki capisce che la forza dell’amore è ancora più difficile da controllare.

Biografia

Cristina Vichi vive a Riccione, insieme al marito e tre figli.
Ha sempre amato molto inventare storie, ma dopo la stesura del primo romanzo la scrittura diventa una passione vera e propria. L’incontro con la Editor Emanuela Navone è illuminante, perché le permette di sperimentare l’universo della scrittura con maggior consapevolezza e nuovi stimoli.
Quando si conclude un romanzo non conta solo il risultato in sé, ma soprattutto il percorso che l’autore ha compiuto per arrivare a mettere la parola fine alla sua opera.

Di seguito le sue opere:

“Celeste: L’Ardore di una Donna” (Seconda edizione: 24/07/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e prequel di “Celeste: La Forza di una Regina”.

“Destini Ingannati” (Seconda edizione: 06/01/2017). Romance/Mistery autoconclusivo.

“Celeste: La Forza di una Regina” (10/08/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e sequel di “Celeste: L’Ardore di una Donna”.

“E se poi te ne penti?!” (01/12/2016). Romance/Humor, autoconclusivo.

“Tander: Dentro di noi l’energia dei Fulmini” (20/05/2017). Urban/Fantasy autoconclusivo.

Blog Autore: Cristina Vichi Blog

Pagina Facebook: Cristina Vichi Autrice
 
 

I Blog che partecipano al RELEASE BLITZ sono oltre 60!
Cliccate sui link per leggere recensioni in anteprima, interviste, estratti e curiosità su Tander: Dentro di noi l’energia dei fulmini.
Recensioni in anteprima:


Interviste:


Estratti e curiosità:


 

 

venerdì 19 maggio 2017

COVER REVEAL Tander: Dentro di noi l'energia dei fulmini"

Buongiorno a tutti,
domani esce il mio Urban Fantasy e l'ansia è a mille! Ho aspettato tanto per pubblicare questo romanzo e, ora che è giunto il momento, mi tremano le gambe...
Oggi partecipo al Cover Reveal insieme ad altri 31 blog che hanno accettato di ospitarmi nei loro angolini.
Sono molto emozionata e curiosa di conoscere le opinioni dei lettori sulla storia che ho inventato. Domani usciranno le prime recensioni in anteprima.

 
 
 

Titolo: Tander: Dentro di noi l’energia dei fulmini
Autore: Cristina Vichi
Genere: Urban Fantasy
Editore: Selfpublishing
Pagine: 315
Prezzo Ebook: € 2,99 Aderisce al Kindle Unlimited
Prezzo Cartaceo: € 12.00
Pubblicazione: 20/05/2017

 
 
 
Trama
Niki ha diciotto anni e, come tutte le ragazze della sua età, si prepara ad affrontare l’ultimo anno delle superiori, con conseguente esame di maturità.
Da quel primo giorno di scuola, però, di normale nella sua vita rimane ben poco.
È l’arrivo di Erkan, un ragazzo affascinante e pericoloso, a sconvolgere ogni equilibrio e non solo nel suo cuore.
Ben presto Niki si ritrova catapultata al centro di segreti che per millenni hanno governato l’universo, senza che gli umani ne avessero mai saputo nulla.
I Tander e le Dee della Natura sono esseri con doti soprannaturali che vivono sulla terra con leggi e scopi ben precisi. Nelle vene di Erkan scorre l’energia irrefrenabile dei fulmini, e solo quando conosce Niki capisce che la forza dell’amore è ancora più difficile da controllare.
Biografia
Cristina Vichi vive a Riccione, insieme al marito e tre figli.
Ha sempre amato molto inventare storie, ma dopo la stesura del primo romanzo la scrittura diventa una passione vera e propria. L’incontro con la Editor Emanuela Navone è illuminante, perché le permette di sperimentare l’universo della scrittura con maggior consapevolezza e nuovi stimoli.
Quando si conclude un romanzo non conta solo il risultato in sé, ma soprattutto il percorso che l’autore ha compiuto per arrivare a mettere la parola fine alla sua opera.
 
Di seguito le sue opere:
 
 
“Celeste: L’Ardore di una Donna” (Seconda edizione: 24/07/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e prequel di “Celeste: La Forza di una Regina”.
“Destini Ingannati” (Seconda edizione: 06/01/2017). Romance/Mistery autoconclusivo.
“Celeste: La Forza di una Regina” (10/08/2016). Romance/Avventura autoconclusivo e sequel di “Celeste: L’Ardore di una Donna”.
“E se poi te ne penti?!” (01/12/2016). Romance/Humor, autoconclusivo.
“Tander: Dentro di noi l’energia dei Fulmini” (20/05/2017). Urban/Fantasy autoconclusivo.
Blog Autore: Cristina Vichi Blog
Pagina Facebook: Cristina Vichi Autrice
 
INCIPIT
 
 
 
21.06.1720
Era notte. Il ragazzo si tirò il mantello sul capo per proteggersi dalla pioggia incessante. Il vento lo faceva oscillare a destra e a sinistra. Non aveva il controllo di se stesso, sembrava un burattino in preda alla foga della natura.
Davanti a lui un vecchio gli indicava la strada.
Nonostante la forza con cui gli agenti atmosferici combattevano fra loro, quell’anziano camminava con passo sicuro; il vento, per quanto potente, non riusciva a smuoverlo di un centimetro, e la pioggia, che picchiava sul suo esile corpo, non gli provocava il minimo fastidio. Si fermava spesso, paziente, ad aspettare il giovane, che cercava di proseguire malgrado l’enorme sforzo fisico a cui era sottoposto.
Nell’ultimo tratto, il ragazzo, stremato dalla fatica, cadde a terra. Tentò invano di rialzarsi, poi si arrese alla potenza di quelle correnti che si scontravano fra loro con una brutalità innaturale.
Il vecchio vide che non riusciva più a padroneggiare il suo corpo, non poteva nemmeno sollevare il capo. Tornò indietro, lo afferrò per il mantello e lo alzò senza alcuna fatica.
Il giovane si aggrappò a lui, e fu così che quell’incredibile uomo poté proseguire senza dover aspettare i tempi umani del suo allievo.
Raggiunto il centro della spiaggia, il vecchio si fermò e fissò il ragazzo per qualche istante senza proferire parola. I suoi occhi azzurri scintillarono di sfumature violacee.
L’allievo annuì, cercando di dominare una profonda e viscerale paura che tentava di assalirgli la mente.
Il vecchio si allontanò di qualche metro, poi si fermò, impassibile, a osservare l’evolversi degli eventi. In quel contesto la sua stessa calma era anomala e inquietante.
Il ragazzo lottava con tutte le forze per rimanere in piedi. Il suo volto era paralizzato dal terrore, eppure una vaga luce di speranza illuminava i suoi occhi ambrati.
All’improvviso un fulmine lo colpì dritto al cuore e le sue urla acute riecheggiarono al pari dei tuoni. Fu costretto a inginocchiarsi innanzi alla terribile energia da cui era posseduto. L’agonia fu lunga, interminabile. Poi le sue grida diventarono più rauche e deboli, finché non si spensero in un’ultima, terrificante, smorfia di dolore.
Il giovane cadde in avanti, con la faccia in una pozza d’acqua e il corpo accasciato a terra in modo contorto.
 
 
 
 
 
 

 


lunedì 8 maggio 2017

20 maggio "Tander: Dentro di noi l'energia dei fulmini" online

Buongiorno a tutti!
Il 20 maggio uscirà il mio nuovo Urban Fantasy "Tander: Dentro di noi l'energia dei Fulmini".
Vi lascio trama e incipit in anteprima:


Niki ha diciotto anni e, come tutte le ragazze della sua età, si prepara ad affrontare l’ultimo anno delle superiori, con conseguente esame di maturità.
Da quel primo giorno di scuola, però, di normale nella sua vita rimane ben poco.
È l’arrivo di Erkan, un ragazzo affascinante e pericoloso, a sconvolgere ogni equilibrio e non solo nel suo cuore.
Ben presto Niki si ritrova catapultata al centro di segreti che per millenni hanno governato l’universo, senza che gli umani ne avessero mai saputo nulla.
I Tander e le Dee della Natura sono esseri con doti soprannaturali che vivono sulla terra con leggi e scopi ben precisi. Nelle vene di Erkan scorre l’energia irrefrenabile dei fulmini, e solo quando conosce Niki capisce che la forza dell’amore è ancora più difficile da controllare.



21.06.1720
Era notte. Il ragazzo si tirò il mantello sul capo per proteggersi dalla pioggia incessante. Il vento lo faceva oscillare a destra e a sinistra. Non aveva il controllo di se stesso, sembrava un burattino in preda alla foga della natura.
Davanti a lui un vecchio gli indicava la strada.
Nonostante la forza con cui gli agenti atmosferici combattevano fra loro, quell’anziano camminava con passo sicuro; il vento, per quanto potente, non riusciva a smuoverlo di un centimetro, e la pioggia, che picchiava sul suo esile corpo, non gli provocava il minimo fastidio. Si fermava spesso, paziente, ad aspettare il giovane, che cercava di proseguire malgrado l’enorme sforzo fisico a cui era sottoposto.
Nell’ultimo tratto, il ragazzo, stremato dalla fatica, cadde a terra. Tentò invano di rialzarsi, poi si arrese alla potenza di quelle correnti che si scontravano fra loro con una brutalità innaturale
Il vecchio vide che non riusciva più a padroneggiare il suo corpo, non poteva nemmeno sollevare il capo. Tornò indietro, lo afferrò per il mantello e lo alzò senza alcuna fatica.
Il giovane si aggrappò a lui, e fu così che quell’incredibile uomo poté proseguire senza dover aspettare i tempi umani del suo allievo.
Raggiunto il centro della spiaggia, il vecchio si fermò e fissò il ragazzo per qualche istante senza proferire parola. I suoi occhi azzurri scintillarono di sfumature violacee.
L’allievo annuì, cercando di dominare una profonda e viscerale paura che tentava di assalirgli la mente.
Il vecchio si allontanò di qualche metro, poi si fermò, impassibile, a osservare l’evolversi degli eventi. In quel contesto la sua stessa calma era anomala e inquietante.
Il ragazzo lottava con tutte le forze per rimanere in piedi. Il suo volto era paralizzato dal terrore, eppure una vaga luce di speranza illuminava i suoi occhi ambrati.
All’improvviso un fulmine lo colpì dritto al cuore e le sue urla acute riecheggiarono al pari dei tuoni. Fu costretto a inginocchiarsi innanzi alla terribile energia da cui era posseduto. L’agonia fu lunga, interminabile. Poi le sue grida diventarono più rauche e deboli, finché non si spensero in un’ultima, terrificante, smorfia di dolore.
Il giovane cadde in avanti, con la faccia in una pozza d’acqua e il corpo accasciato a terra in modo contorto.
 
 
 

lunedì 24 aprile 2017

Tander: Dentro di noi l'energia dei fulmini

Buongiorno a tutti e bentrovati!

"Tander: Dentro di noi l'energia dei fulmini" è finalmente pronto per la pubblicazione!
Sarà online a maggio, data ancora da definire, e sarà presto disponibile per la prenotazione. <3



mercoledì 22 febbraio 2017

Biancaneve nel nuovo millennio

Fiaba, Disneyland, Disney, Parigi

Buongiorno a tutti!
Oggi lascio un piccolo spazio sul blog a mia figlia Alice.
Come compito per casa doveva reinventare  la storia di Biancaneve in chiave moderna. Il suo racconto mi ha lasciata piacevolmente sorpresa e mi ha anche divertita, così ho pensato di proporlo sul mio blog. Buona lettura!



Biancaneve stava aggiornando il suo blog, quando le arrivò un messaggio da un profilo sconosciuto. Nel messaggio c'era scritto che chi stava scrivendo era il principe azzurro, gli rispose subito scrivendo che lei era Biancaneve ed era proprio in cerca di lui.
Per tutto il pomeriggio si scrissero dicendosi di tutto e di più.
Alla fine il principe le chiese se il pomeriggio dopo voleva andare alla scogliera con lui fino al tramonto (il punto più romantico della giornata). Biancaneve ovviamente accettò e l'indomani era tutta indaffarata con le preparazioni: il vestito, i capelli, le scarpe, i braccialetti, le collane e gli anelli... voleva proprio essere bellissima.
All'appuntamento arrivò puntuale e il principe la stava aspettando. Era un po' strano, non se lo immaginava così: era gobbo, basso e grasso e non era affatto vestito di azzurro ma di nero, il colore meno indicato per un appuntamento.
Quando Biancaneve gli si avvicinò, il principe fece una cosa molto strana, la prese per i polsi e glieli legò con una corda, stretti stretti. Poi il principe si tolse qualcosa dalla faccia, e Biancaneve urlò di spavento... infatti era la matrigna cattiva.
Presa dallo sconforto Biancaneve iniziò a urlare, così, per farla stare zitta, la matrigna le ficcò in bocca una mela, poi la tirò verso la scogliera.
I nani, tornati a casa dal lavoro stanchi e affamati, chiamarono Biancaneve a gran voce ma di lei non c'era traccia. Allora entrarono in camera sua e scoprirono che aveva lasciato il computer acceso. Così, mentre Cucciolo provava a chiamarla, Brontolo e gli altri guardarono nel suo computer. Cucciolo non riuscì a rintracciare Biancaneve, così aiutò gli altri a cercare informazioni su dov'era. Nel computer trovarono aperta la pagina del blog e scoprirono tutta la conversazione con il principe. Ma leggendo i messaggi capirono che c'era qualcosa che non andava: i principi azzurri adoravano l'alba, non il tramonto.
Perciò corsero subito dove il messaggio diceva che si sarebbero incontrati il principe e Biancaneve e scoprirono infatti che la matrigna aveva buttato giù Biancaneve dalla scogliera. I nani ,arrabbiati e sconsolati insieme, si avventarono sulla donna e dopo un paio di calci per bene riuscirono a buttare giù anche lei dalla scogliera. Mentre cadeva gridavano " Hai fatto cadere giù Biancaneve e tu hai fatto la stessa fine, chi semina il male raccoglie il male." Poi corsero subito giù da Biancaneve, giaceva a terra inerme. Le si avvicinarono timorosi sapendo già le sue condizioni, quando sentirono il rumore di zoccoli. Era arrivato il principe, e stavolta il vero principe azzurro, che immediatamente scese dal suo cavallo e andò incontro ai nani. Preso dalla disperazione si accostò a Biancaneve e non si trattenne: la baciò, pur sapendo che non poteva più salvarla.
E invece dopo i primi attimi Biancaneve si svegliò. Tutti erano contenti e il principe volle per forza portarla al suo castello per festeggiare anche insieme ai nani.
Perché l'amore vince sempre, in qualsiasi circostanza. Ma la prossima volta Biancaneve starà attenta a non esporsi troppo su internet e a essere presente nella realtà.
E vissero tutti felici e contenti.

Alice Bigucci (10 anni)